Monthly Archives

novembre 2017

Il mondo delle mamme

Riflessioni, secondo figlio sì o no?

Quante volte noi mamme ci troviamo davanti ad una scelta importante?

Quasi sempre!

Vaccino o non vaccino?

Auto-svezzamento o svezzamento tradizionale?

Scuola pubblica o privata?

Figlio unico o fratellino/sorellina?

La risposta sembrerebbe scontata, è ovvio sia cosa buona e giusta regalare una compagnia per la vita al proprio figlio. Ma esistono delle eccezioni. Delle situazioni particolari dove davvero bisogna prendere in considerazione vari fattori.

Annacloe sta crescendo, a Giugno compirà quattro anni e la vita sta scorrendo troppo in fretta. Sembra ieri d’essere tornata da New York con lei già in grembo, sembra ieri la prima pappina, i primi passi, le prime parole. E oggi? Oggi si pensa già ad un secondo figlio? Fermati tempo.

Mi ritrovo in una fredda sera d’inverno a scrivere questo post di getto, senza freni e inibizioni. Mi ritrovo a fare due conti con me stessa e con il destino. Mio caro destino quanto t ho odiato. La prima gravidanza di una donna dovrebbe essere sempre ricordata con gioia e felicità. Io ho solo brutti ricordi. Forse è per questo che ho tanta paura. O forse no. Forse so davvero qual è il motivo delle mie ansie. Che oggi ho lei. La mia vita, Annacloe. Oggi ho il dovere di essere presente nella sua vita ogni giorno, ogni istante. Per tutto quello che ha vissuto io non posso abbandonarla. E se dovesse ricapitarmi? Se dovessi trascorrere mesi in ospedale? Non riuscirei a perdonarmelo. Ma non riuscirei a perdonarmi nemmeno il fatto di lasciarla da sola, senza una compagnia.

E quindi rifletto e penso a quanto io sia fortunata ad averla oggi nel lettone insieme e a me, a quanto la amo e a quanti giorni ho dovuto aspettare per riportarla a casa, per guardarla negli occhi ogni secondo e non tramite il vetro di un’incubatrice.
Rifletto e mi dico: goditi tua figlia, la tua vita, la tua felicità.
Arriverà il momento di scegliere. Non oggi. Oggi voglio solo stringerla a me e fare bei sogni insieme a lei.
Mariapaola 

Ricette

Red Velvet senza lattosio

Ogni volta che preparo la Red Velvet mi ritrovo catapultata a New York e immagino Carrie e Samanta da Magnolia Bakery con al piede un paio di Manolo.

Non sto dando i numeri, tranquille!

È solo che la regina delle torte americane è proprio il mio primo amore, prima di ogni cupcake o cookie, c’è lei…con i suoi tre starti di morbidezza, con il suo colore rosso velluto e la crema al formaggio e burro bianca così gustosa da far impazzire proprio chiunque!
La mia prima Red velvet l’ho assaggiata in una famosa bakery napoletana e da quel momento mi sono ripromessa di dover trovare la ricetta perfetta.

Un giorno un’amica mi disse che non aveva mai mangiato una red velvet così morbida e gustosa e quindi, amiche lettrici, ho deciso di condividere con voi la mia ricetta che amo tanto fare…soprattutto in questo periodo dell’anno dove il color rosso fa da sfondo alle nostre fredde giornate invernali.

Ingredienti 

  • 440 gr di farina 
  • 450 gr di zucchero di canna
  • 3 uova
  • 1 yogurt bianco  GRANDE senza lattosio 
  • 170 gr di margarina 
  • 1 cucchiaio di colorante rosso in polvere 
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere 
  • Aroma vaniglia 
  • 2 cucchiaini di bicarbonato 
  • 1-2 cucchiai di aceto 

Ingredienti crema al burro

  • 250 gr di margarina vegetale 
  • 250 gr di Philadelphia senza lattosio 
  • 4-5 cucchiai pieni di zucchero a velo
  • Aroma vaniglia 

P.s. la mia è la versione senza lattosio, ma potete sostituire la margarina con il burro e lo yogurt senza lattosio con quello intero per avere la versione classica.

Procedimento 

In una planetaria versate metà dello zucchero di canna e unirte ad esso tutta la margarina. Lavorate per 2-3 minuti a velocità medio/alta. Aggiungete un uovo alla volta alternandoli con il resto dello zucchero. Lavorate per circa 4-5 minuti. Aggiungete al composto ( ancora con le fruste in movimento) il colorante, il cacao e l’aroma.

Senza spegnere mai le fruste, ma diminuendo la potenza da medio/alta a media, aggiungete la farina e lo yogurt alternandoli tra di loro. Nello yogurt, prima di aggiungerlo al composto, mettete un pizzico di sale. Quando il composto risulterà omogeneo, aggiungete il bicarbonato e l’aceto ( precedentemente mescolati). Lavorate per altri 30 secondi.

Suddividete  il composto in tre ruoti uguali e infornateli ( prima i primi due e poi l’ultimo) per circa 20/25 minuti a 175 gradi centigradi.

Far raffreddare bene i tre strati prima di farcirli.

Prepariamo la farcitura 

Nella planetaria o con le fruste, lavorate la margarina o il burro per 7-8 minuti ad alta velocità. Aggiungete poi la Philadelphia e L’aroma e lavorate per altri 2 minuti. Diminuite la velocità e aggiungete lo zucchero a velo, un cucchiaio alla volta, mescolando per altri due minuti.

NOTE:

  • La margarina per l’impasto dovrà essere lavorata a temperatura ambiente, mentre quella della crema può essere lavorata anche fredda, ma non freddissima.
  • Lo zucchero deve essere di canna.
  • L’aroma se riuscite a trovarlo in gel e non in fiala sarebbe meglio.
  • Il bicarbonato e l’aceto vanno versati mentre si mescolano, appena formano la schiumetta.


Spero tanto vi sia d’aiuto…

Alla prossima ricetta

Mariapaola