Monthly Archives

febbraio 2018

Il mondo delle mamme

LOOKKINO, io ci tengo alla vista di mia figlia.

Io porto gli occhiali, mio padre e mia mamma portano gli occhiali. Mio nonno aprì la prima ottica in paese. Gli occhi, ancora oggi, hanno un ruolo fondamentale nella mia vita. E sì, anche gli occhiali! Perché non so cosa farei senza di loro. Non potrei guidare o andare al cinema, riconoscere qualcuno per strada o semplicemente scattare una foto. La vista è vita e io ci tengo a quella di mia figlia.

Annacloe ha quasi quattro anni e a breve la porteremo, di nuovo, a fare una visita dall’oculista, ma ancor prima di conoscere l’esito ho scoperto un mondo tutto nuovo per me, gli occhiali per bambini “LOOKKINO”.

Appena ho fatto provare questi occhiali ad Annacloe mi sono subito resa conto dell’altissima qualità del prodotto. L’Estremo comfort di calzata, ergonomia e comodità hanno permesso a mia figlia di indossarli senza alcun fastidio.
Sono davvero leggerissimi e alcuni modelli pesano meno di 8 grammi, incredibile vero?
Ma la caratteristica che mi ha convinto a scegliere gli occhiali LOOKKINO è soprattutto la sicurezza perché il bambino non corre il rischio di ferirsi, non si spezzano e non sono rigidi, sono atossici e ipollargenici.

Un grande prodotto made in Italy che utilizza tecnologie d’avanguardia (bi-iniezione, l’assenza nei modelli per i più piccoli della cerniera mobile) e materiali innovativi prodotti da Look the Concept Factory (NIL, EVO), inoltre il titanio e l’acciaio al carbonio.

Sono sicura che se Annacloe ne dovesse avere bisogno le risulterebbe facile e divertente tenerli sù.

Ho scelto un modello nero, tondo e alla moda, abbinatile a qualsiasi outfit, perché si sà, siamo donne e anche lo stile e il design è importante. Potete trovare tutti i modelli sul sito di LOOKKINO cliccando QUI .

 

<code><iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/u6OJXHzHGPs” frameborder=”0″ allow=”autoplay; encrypted-media” allowfullscreen></iframe>

Ricette

Torta al grano saraceno SENZA GLUTINE e SENZA LATTOSIO.

“Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.”
(Italo Calvino)

E leggera è questa torta al grano saraceno, senza glutine e senza lattosio. Il suo sapore così particolare e unico, dato dalla presenza della farina di grano saraceno, si unirà ad una leggerezza disarmante grazie alla farina di riso. Non c’è il burro, né il latte. Ottima per una colazione sana e gustosa, accompagnata da una premuta di arance fresche e da un velo di marmellata all’albicocca, renderà i vostri risvegli dolci e caldi. Ma la sua peculiarità è che e davvero semplicissimo prepararla, grazie alla miscela di farine CUOREdì che potete trovare QUI. Dovrete aggiungere alla miscela pochi prodotti e la vostra torta sarà pronta in un battibaleno. Rispetto alla ricetta riportata sul sacchetto di farina, ho apportato alcune modifiche che la rendono ancora più leggera. Seguitemi che partiamo, Pianeta Nuvola aspettaci.

Continue Reading

Il mondo delle mamme

Nuova Rubrica “Amiche Blogger”: Marica Ferrillo

“La Felicità è reale solo se condivisa.”

Da oggi sul blog Mariapaolalendi.com darò il benvenuto ad altre amiche blogger, raccontando la loro vita e il loro successo attraverso una serie di domande. Semplici e brevi interviste che racchiuderanno tutta la passione di fantastiche donne che condividono la mia stessa passione. Come se stessimo prendendo un tè insieme, vivendo attimi di pura felicità.

Oggi dò il benvenuto ad una donna speciale, che ho conosciuto anni fa proprio grazie ad Instagram, con la quale ho un bellissimo rapporto e che sicuramente la maggior parte di voi già conoscerà.

Benvenuta Marica Ferrillo nella nuova rubrica AMICHE BLOGGER”

Ciao Marica, innanzitutto grazie per aver accettato a partecipare alla mia nuova rubrica. Rompiamo il ghiaccio, raccontaci un pò di te, della tua vita, di come riempi le tue giornate, insomma portaci nel tuo fantastico mondo.

“Ciao Mariapaola, mi chiamo Marica Ferrillo, ho trent’anni appena compiuti e sono mamma di Raffaele e Riccardo che sono la mia gioia più grande. Sono sposata con Antonio da quasi cinque anni, ma innamorata di lui dal primo giorno che l’ho incontrato. Nella mia vita sono prima di tutto mamma, ma insegno danza classica, altra mia grande passione. Da circa un anno e mezzo ho aperto il mio blog Maricaferrillo.it che è poi diventato il mio mondo. Vivo la mia vita alternando giornate super frenetiche e piene di impegni a giornate di totale tranquillità durante le quali amo godermi la mia casa,i miei bimbi e mio marito.”

Quando hai iniziato ad utilizzare Instagram, avresti mai pensato che sarebbe diventata una seconda casa, dove racconti le tue giornate e perché no anche un’occasione per lavorare? Dopo quanto tempo hai capito che le persone stavano iniziando a seguirti assiduamente e con affetto?

” Ho scaricato l’app Instagram per gioco, perché forse ero l’unica tra le mie amiche che all’epoca ancora non l’aveva fatto e inizialmente la utilizzavo solo per modificare le fotografie con i vari filtri che ancora oggi utilizzo. Quasi fin da subito ho notato un reale ed affettuoso interesse da parte delle mie amiche virtuali confrontandoci e scambiandoci opinioni sulle mode e tendenze del momento. Prendevamo spunto e ci ispiravamo a vicenda, come accade ancora oggi. Poi, con il passare del tempo, il seguito che avevano i miei post e le mie foto è cresciuto molto e con mio grande stupore notavo che le mie amiche “social” erano sempre più affezionate alla mia vita e a quella dei miei bimbi, ai miei hobby e alle mie passioni. Non mi aspettavo tutto questo grande affetto ed è stato per me un piacere davvero immenso. Sono poi arrivate le prime collaborazioni lavorative con alcune aziende, le quali hanno notato un potenziale in me apprezzando il mio modo di fare. Oggi Instagram per me è, in parte, un lavoro, ma soprattutto una passione grande. Ho ancora tanto da imparare, ma sono felicissima di percorrere i primi passi in questo nuovo mondo che mi affascina tantissimo.”

Quanto tempo ti porta via Instagram e la gestione del tuo Blog MARICAFERRILLO.IT? Spesso la figura dell’influencer/blogger viene vista con occhi diffidenti, quasi come se non fosse importante. Quanto è importante per te questo mondo social? Influenza le tue giornate?

” Oggi il mio blog mi porta via un bel pò di tempo. Fortunatamente riesco a dedicargli alcune ore la mattina, quando Raffaele è a scuola e Riccardo riposa. Purtroppo il lavoro di noi blogger è visto ancora con occhi diffidenti forse perché  gestito da casa o forse perché è da pochi anni che è esploso come vero e proprio impiego. Dedico circa due, tre ore al giorno, a volte anche quattro, al mio blog, tra scrittura di articoli, editing foto, organizzazioni rubriche di nutrizione e cosmesi, allo shop e alle spedizioni dei prodotti.”

Da poco hai aperto un tuo Shop Online dove si possono trovare tante cose interessanti, dall’abbigliamento agli accessori, fino ai complementi d’arredo. Quanto ti piace questo nuovo lavoro? Quanto tempo dedichi all’inventario e alla scelta dei prodotti da proporre alle tue followers?

” Lo shop è nato da circa due mesi. Sono completamente affascinata da questo nuovo lavoro e lo faccio con molto piacere perché amo cercare nuovi prodotti che rispecchiano le tendenze del momento e i miei gusti. Ho iniziato con la stagione invernale e quindi con dei prodotti soprattutto natalizi; ora invece sono presenti già alcune cose molto carine dai toni delicati e colori pastello in previsione della prossima primavera. A breve sarà disponibile sullo shop la nuova collezione primaverile d’abbigliamento, mentre quella di accessori in collaborazione con Arinanì è già presente nello shop. Mi è sempre piaciuto, anche al di fuori del web, cercare prodotti che rispecchiassero le mie passioni e il mio gusto. Il mio shop è un pò lo specchio delle mie scelte nella vita reale aperto però a tutte voi. E ringrazio soprattutto le mie followers che mi spronano a fare sempre meglio e a coltivare le mie passioni. Grazie davvero di cuore.”

Qual è l’esperienza più emozionante e bella che INSTAGRAM e il tuo BLOG ti hanno permesso di vivere? e la più brutta? Come gestisci le critiche?

“L’emozione più forte che mi ha regalato e continua a regalarmi Instagram, è sicuramente quando ti incontrano le persone per strada e ti riconoscono, fermandoti e scambiando con te due parole. Ma non perché mi fa sentire famosa,anzi quando accade mi imbarazzo sempre tanto, ma perché ti rendi conto che davvero ti seguono con moltissimo affetto e che riesci a trasmette loro delle emozioni. Mi ha permesso di conoscere persone meravigliose che tutt’oggi sono amiche e che sento tutti i giorni, con le quali condivido la quotidianità. La parte più brutta fondamentalmente sono le critiche. Fortunatamente me ne arrivano poche, ma soprattutto sono critiche costruttive a cui dò la giusta importanza e il giusto peso. Prendo sempre spunto dalle critiche per migliorare ciò che faccio e migliorarmi. Se fossero critiche cattive, data la mia sensibilità, sarebbero davvero una batosta, ma fortunatamente non accade ciò.”

Daresti qualche consiglio a chi ha iniziato da poco a costruire il proprio spazio web?

” Anche se può sembrare banale, il mio consiglio è quello di rimanere sempre se stessi e coltivare le proprie passioni, inseguendo i propri sogni. Se si è veri e sinceri le persone lo capiranno e sarà così più semplice creare un proprio mondo nel web. Io sono sempre stata me stessa, a volte anche sbagliando, legandomi e fidandomi di persone che, ahimè, non si sono rivelate sincere e oneste quanto me. Ma tutto serve, anche sbattere la testa contro il muro. Tutto rafforza.”

Marica grazie di cuore per aver risposto con sincerità a tutte le mie domande. Sapevo che ci avresti portato nel tuo mondo con la tua grazia e la tua semplicità. Continua sempre così, a testa alta. Sei in gamba e avrai sempre quel successo che solo le persone buone e amorevoli come te possono avere. Sii fiera di te e di quello che fai.

Con affetto,

Mariapaola.

E voi? siete curiose di sapere chi sarà la prossima AMICA BLOGGER?

STAY TUNED 😉

Ricette

Camille senza zucchero, senza uova e senza lattosio.

“Quando vorreste ritornare indietro e ripristinare i ricordi, prendete la farina, aggiungete l’amore, riscaldate i cuori con la bontà e sognate.”

Vi è mai capitato di associare ad alcuni cibi dei ricordi speciali? A me capita spesso di tornare indietro nel tempo grazie ad alcuni sapori che risvegliano in me dolci ricordi. Quando ero piccola adoravo mangiare le famose Camille, avevano un sapore unico così confortevole e così genuino. 

Crescendo ho capito che quando sono malinconica e desiderosa di spolverare i ricordi della mia infanzia, basta mettermi all’opera per riscoprire quei sapori unici. Ho voluto donare a mia figlia quei ricordi, mescolando la farina con una crema alle carote davvero salutare. Ho eliminato lo zucchero e le uova per renderli ancora più naturali e semplici. Pochi ingredienti per un ricordo che, spero, le resterà per sempre. Basta davvero poco per ricordare, fatene tesoro.

Con Affetto,

Mariapaola.


Print Recipe
Camille senza zucchero e senza uova.
Mini Carrot Cakes o Camille senza zucchero,senza uova e senza lattosio. Semplici e genuine pronte in pochissimo tempo. Ottime per una colazione sana o per uno spuntino senza sensi di colpa.
Piatto dessert
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 25/30 minuti
Porzioni
Camille
Ingredienti
Piatto dessert
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 25/30 minuti
Porzioni
Camille
Ingredienti
Istruzioni
  1. Pelate le carote crude e inseritele in un tritatutto o nel bimby. Aggiungete il latte d'avena e tritate per circa un minuto fin quando non otterrete una crema ben amalgamata. Se avete il bimby tritate a velocità 6 per circa 60 secondi.
  2. Aggiungete al composto l'olio e continuate a tritare per altri 30 secondi.
  3. Versare il composto ottenuto in una ciotola e aggiungete la farina, il lievito e la cannella o la vanillina. Se avete il Bimby continuate a lavorare l'impasto nel boccale.
  4. Lavorate con le fruste elettriche o con le lame del Bimby ( velocità 4, 30 secondi) fin quando non otterrete un composto cremoso e ben amalgamato.
  5. Versate il tutto in una teglia da muffin ben oleata.
  6. Cuocere a 175 gradi centigradi per circa 25/30 minuti. Prima di sfornarli fate la prova stecchino.
Recipe Notes

 

Prima di iniziare pre-riscaldate il forno.

Io ho aggiunto la cannella perché mi piace davvero tanto, ma potete anche non metterla e aggiungere una bustina di vanillina.

Invece del latte di avena potete utilizzare anche quello di riso che è anche più dolce e può regalare un sapore anche migliore.

Mangiarli quando sono completamente freddi e arricchiteli con un tocco di marmellata senza zucchero o se vi va con dello zucchero a velo.

Essendo senza zucchero e senza uova il sapore sarà davvero semplice, ma gusterete delle Camille salutari e senza sensi di colpa.

Condividi questa Ricetta
Ricette

Plumcake allo yogurt senza zuccheri e senza grassi aggiunti.

” E’ sempre giusto il momento in cui decidi di amarti, donandoti una dolcezza tale da rimanere entusiasti fino a notte fonda. Oggi sono felice, con me un tè caldo, mia figlia e una fetta di plumcake.”

Questa che state per leggere non è la solita ricetta del dolce sano senza zucchero e senza burro. E’ la ricetta che vi aiuterà quando avrete bisogno di dolcezza immediata; quella che potrete preparare velocemente, senza controllare se avete o no tutti gli ingredienti, perché tanto ve ne serviranno solo tre e un bicchiere d’acqua. La cercherete quando, tra una commissione e un’altra, vorrete rendere felici i vostri bimbi sorprendendoli con un plumcake leggero e genuino. Riempirà i vostri cuori con una semplicità unica e regalerà piacere al palato senza sensi di colpa perché light come una nuvola. E ora sù, mettiamoci all’opera che il forno è già bello caldo.

Continue Reading