Wellness & Healthy lifestyle

La libertà di movimento, la ricerca e le nuove terapie.

La libertà, quanto vale la libertà? che sia d’espressione, di pensiero o di movimento, essa è tutto ciò a cui un uomo dovrebbe ambire.

A volte, però, la libertà, soprattutto quella di movimento, viene a mancare, a causa di lesioni o fratture, cadute e incidenti. Per rimediare a questi infausti eventi e per non sacrificare la qualità di vita presene e futura ci si affida allora alla ricerca, la quale ha ottenuto risultati stupefacenti nel campo della rigenerazione dei tessuti.
Quello che si è scoperto è che la cartilagine, le ossa e le articolazioni, grazie all’impianto di un presidio biologico all’interno della lesione, vanno a ripararsi naturalmente. Questo accade perché suddetto presidio scaffold è dotato di nanostrutture complesse, le quali guariscono in modo del tutto naturale, la lesione.
Oggi è possibile in tantissimi centri effettuare questa terapia che è scientificamente provata. Grazie ad essa l’osso immediatamente sottostante la cartilagine si rigenera, senza alcun impianto di protesi metallica che, si sa, non si adatta sempre bene all’osso in quanto non appartenente al nostro corpo. In più le protesi sono sconsigliate per le persone di giovane età e hanno una durata media di quindici anni. Questo accade soprattutto con le protesi del ginocchio. Quando si è giovani è davvero scomodo optare per una protesi metallica e in più, scegliendo l’impianto biologico, si preserva sicuramente la qualità di vita, anche futura.
Certo è ovvio che dopo aver adoperato con l’inserimento nella lesione del presidio biologico deve chiaramente seguire una giusta riabilitazione adatta a rieducazione l’articolazione per recuperare completamente e al cento per cento il movimento dato dalla flessione e dall’estensione.
Una volta terminata la riabilitazione, si è dimostrato che si recupera del tutto la propria articolazione e soprattutto la libertà.

In questo video della trasmissione “ E se domani” si può capire bene come, grazie al presidio biologico, una donna, dopo essersi procurata una frattura, abbia recuperato al 100% la mobilità dell’arto.

<strong><strong><code><iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/Vz7u7ZpqmRw” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>
#lesionicartilaginee

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: