Browsing Tag

food

Ricette

Ciambella vegana e senza lattosio

La morbidezza e la leggerezza delle nuvole aggiunte alla dolcezza dello zucchero di canna sprigioneranno  tutto il sapore semplice e genuino di questa magica ciambella. Semplice e veloce riscalderà quei freddi pomeriggi invernali e accompagnata da un tè caldo alla cannella vi trasporterà lontano, sognando di luoghi che sanno di casa. E’ ottima per deliziare i palati dei nostri bimbi che spesso hanno voglia di qualcosa di dolce, per una colazione sana e genuina, accompagnata da un bicchiere di succo di frutta senza zuccheri aggiunti. Se provate a farla taggatemi nelle vostre foto in modo da poter essere ripostate da me sul mio profilo. Utilizzate il tag #impastaconmariapaola così non perderò nemmeno una vostra foto! E ora vi lascio alla ricetta, mi raccomando sempre col sorriso. Continue Reading

Il mondo delle mamme

Fame nervosa, il fantasma che mi ossessiona sin da piccola.

Ho pensato tantissime volte di scrivere questo post, un pò per sfogarmi, un pò per dare voce ad un fantasma che mi ossessiona sin da quando ero piccola.

Da pochi giorni ho compiuto ventinove anni e forse l’idea di essere vicina ai trenta e quindi di assaporare una nuova maturità, mi ha spinto a dar voce ai miei pensieri.

Quando sono nata e fino ai tre, quattro anni ero una bimba in peso-forma, normale serena e con tanta energia, anche se la mia mamma mi racconta sempre che sono stata abbastanza tranquilla. Dai quattro anni in sù ho iniziato ad accumulare peso, fino ad arrivare, oggi, a non sopportare più la mia forma fisica. E non per una questione di bellezza, credetemi. Mi piaccio, mi curo, amo la moda e le mie curve. Ma solo per un fattore esclusivamente di salute. Ho perenni dolori alla schiena e alla gambe, accumulo liquidi come se non ci fosse un domani, mi sento spesso spossata e senza energie e so che cosi non potrò andare avanti, per me e soprattutto per la mia bimba, Annacloe. Lei ha tantissima energia, vuole continuamente giocare e mi ritrovo spesso ad essere triste perché magari non posso accompagnarla io sulle giostre o non posso saltare sul letto con lei o semplicemente scattare una foto ricordo al mare.

Letta cosi, la cosa, sembrerebbe semplice da migliorare; si fa un pò di dieta e attività fisica e il gioco è fatto.

NON è COSì SEMPLICE.

E’ come dire ad un accanito fumatore di posare la sigaretta perché fa male.

Lo sappiamo, il cibo crea dipendenza, gli zuccheri creano dipendenza, alterando, momentaneamente, i valori della serotonina. Ma cosa succede dopo? come ci sentiamo dopo aver ingerito troppi zuccheri o troppo cibo non sano? COLPEVOLI! e così si crea una catena; più mangi, più ti senti in colpa, più vuoi mangiare perché magari ti senti nervosa o stressata. Mi ritrovo spesso a pensare il cibo coma la cosa più gratificante della mia giornata e contemporaneamente a cercare di capire come fare per eliminarlo, come dipendenza, dalla mia vita. Per scappare da questo circolo vizioso, allora, penso che sia semplicemente giusto mangiare in libertà e senza costrizioni, così magari non ci penso, e invece ricado nello stesso orrido tunnel. Chi soffre di dipendenza da cibo mangia spesso per noia, per rabbia o per stress e non perché si ha realmente fame.

(immagine presa dal web)

Se sono qui a sfogarmi è perché se c’è qualcuno che, sicuramente, come me vive la mia stessa situazione, io sono pronta a confrontarmi. Perché il cibo non deve essere il nostro nemico, non può condizionare le nostre giornate, non può essere la nostra confort zone o consolazione. Il cibo è puro nutrimento. E’ VITA. Non posso immaginare altri trent’anni della mia vita a combattere con le bilance e i chili in eccesso, ad accontentarmi dei vestiti che posso indossare solo perché mi entrano e non perché sono quelli che davvero desidero. Sono stufa. Ho voglia di vivere la mia vita in pieno. Siamo solo all’inizio di questo nuovo anno, abbiamo tanto da fare, possiamo ancora metterci in gioco, migliorare e salvarci la pelle ragazze mie. Ecco perché ho intenzione di creare una rubrica mensile sul mio percorso di dimagrimento che non è mai iniziato e mai finito. Basta finte promesse. E’ arrivato il momento di cambiare sul serio. Aggiornerò ogni mese il mio blog con delle ricette salutari, con dei consigli per un sano dimagrimento. Non sono un medico né  una nutrizionista, sono solo una donna obesa da una vita e ho voce in capitolo, ho il diritto e il dovere di alzare questa maledetta voce e farmi coraggio e dare coraggio a chi come me ha solo voglia di vivere serenamente e in salute.

Con Affetto

Mariapaola

Il mondo delle mamme Ricette

FRoSTA Italia ed è tutto più buono!

Quante mamme hanno difficoltà a far mangiare il pesce ai loro bimbi?

Io sono sempre stata fortunata perché Annacloe adora tutto il cibo, ma ultimamente ero alla ricerca di qualche prodotto semplice, naturale e anche veloce da cucinare. Si sa che con il lavoro e i ritmi stressanti, a volte, noi mamme abbiamo bisogno di cucinare qualcosa di veloce, ma pur sempre naturale!

E così sono risalita ai prodotti di FROSTA ITALIA che hanno fatto innamorare sia me che Annacloe! Prodotti con zero coloranti e additivi e a prezzi davvero contenuti.

Potete trovarli nella maggior parte dei super mercati italiani e vi assicuro che non ve ne pentirete e vi innamorerete come me di tutti i loro prodotti.

FRoSTA è un’azienda tedesca produttrice di surgelati che è leader di settore in Germania e adotta la filosofia 100% naturale!

Per scoprire di più su tutti i prodotti visitate il loro sito quiFROSTA ITALIA o sul loro profilo Instagram o Facebook

Fatemi sapere se li provate…e buon appetito!
<img src=”https://buzzoole.com/track-img.php?code=2VSXZNLWQYTEJL9SUZIM” alt=”Buzzoole” />

Ricette

Un risveglio dolce, come la crostata alla frutta con crema vegana 

L’odore della pasta frolla che cuoce mi mette serenità, mi sento a casa, protetta e rilassata.

Annacloe dorme ancora, la sveglia suona presto, troppo presto. Sono le 6.00 del mattino e nell’aria c’è puzza di bruciato, come sempre qui nella terra dei fuochi.

Per distrarre il pensiero e per far svanire i mille brutti pensieri che affollano la mia mente decido di preparare qualcosa di buono.

Buono come l’amore che provo per Annacloe, buono come casa, buono come una crostata alla frutta fresca e saporita.

Farina, uova, margarina. Tre semplici ingredienti per raggiungere la felicità.Preparo prima la pasta frolla, la pongo nel frigo e nel frattempo ripulisco tutto, accendo il forno per farlo salire a temperatura e quando tutto è pulito e sistemato stendo la mia delicata pasta frolla, morbida come poche, nella tortiera di ceramica che mi ha regalato mia madre.

Inforno e aspetto che si cuocia.

In quei venti minuti mi rilasso accanto ad Annacloe e la casa, finalmente, inizia a riempirsi di un odore dolce, caldo, morbido e goloso.

Sono felice.



Ingredienti pasta frolla

  1. 300 gr di farina 00
  2. 100 gr di zucchero
  3. 150 gr di margarina o burro
  4. 1 uovo
  5. Un pizzico di lievito per dolci(opzionale)
  6. Pizzico di sale
  7. Buccia di limone grattugiata

Nella planetaria ( con la frusta piatta) lavorate lo zucchero con il burro a pezzi, il pizzico di sale e la buccia di limone. Aggiungete l’uovo, la farina e il lievito. Mescolate fin quando non otterrete un impasto omogeneo; con le mani creare una forma sferica, porla in frigo per almeno un’ora.

Quando sarà passato il tempo, lavoratela un po’ con le mani, ammorbidendola e con un matterello stenderla su di un piano per poi rivestire lo stampo imburrato e infarinato.

Bucherellare la frolla con una forchetta e infornare per 20/25 minuti a 180 gradi.

Ingredienti crema pasticciera vegana

  1. 50 gr di amido di mais
  2. 180 gr di zucchero
  3. 25 gr di margarina (opzionale)
  4. 50 ml di arancia (succo filtrato)
  5. 250 ml di acqua

Mescolate a freddo ( prima di mettere il pentolino sul fuoco) lo zucchero con l’amido. Aggiungete l’acqua e mescolate bene con una frusta. Portare al primo bollore sempre continuando a mescolare, fin quando la crema non diverrà densa. Appena si addenserà spegnere il fuoco e continuare a mescolare, aggiungendo il succo di arancia ( o limone) e la margarina.

Lasciare intiepidire la crema e farcire la propria frolla come si desidera.

Io ho optato per la frutta fresca.


Per entrambe le ricette mi sono ispirata alla bravissima CHIARAPASSION, apportando solo delle piccolissime modifiche.

Spero la ricetta vi sia d’aiuto

Sempre con tanto affetto, vi abbraccio

Mariapaola

Ricette

In cucina con noi: AMERICAN CHOCOLATE COOKIES

Riuscite ad immaginare quella sensazione di fallimento e di tristezza che vi assale quando, dopo aver eseguito alla lettera una ricetta, quel tanto atteso risultato è solo un pasticcio?

Ecco…mi succede, più o meno, ogni volta che ho voglia di fare qualcosa di buono!

Questa volta però
è successo un miracolo e ho finalmente ottenuto il risultato tanto desiderato!




Più di una volta ho provato a fare i famosi Cookies  americani, quelli belli cicciottelli pieni di pezzi di cioccolata, croccanti fuori e morbidi dentro e puntualmente venivano fuori dei dischi volanti con cioccolato che colava qua e là. Immaginate il mio dispiacere!

Poi ho scoperto la ricetta di Chiara Passion e dopo aver apportato giusto qualche piccola modifica, ho assaggiato, per la prima volta, i cookies più buoni del mondo e quasi non ci credevo che li avevo fatti io! 

Quello che più mi ha colpito di questa ricetta è la sua semplicità e il fatto di non dover usare nessuna planetaria in particolare o fruste elettriche, ma solo le proprie mani ( si con l’aiuto di qualche cucchiaio di legno) e tanto amore per i dolci.

Inoltre c’era anche una piccola aiutante e quindi sono venuti ancora più buoni!




Vi lascio qui di seguito la lista degli ingredienti e il procedimento, fatemi sapere se anche a voi vengono così!

INGREDIENTI

  • 280 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 e 1/2 cucchiaino di amido di mais ( io non l’ho messo)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 170 g di burro fuso
  • 150 g di zucchero di canna 
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo ( a temperatura ambiente )
  • 1 tuorlo ( a temperatura ambiente )
  • 2 cucchiaini vaniglia ( io ho usato quella liquida o la vanillina)
  • 90 g di gocce di cioccolato
  • 90 g di pepite di cioccolato ( io ho usato pezzi di una barretta grande di cioccolato fondente tagliata grossolanamente; la quantità è indicativa…mettetene quanto ne volete )

PROCEDIMENTO
Mescolate con una frusta a mano o un cucchiaio il burro fuso con lo zucchero di canna e bianco,per circa 30 secondi, aggiungete l’uovo intero più il tuorlo, poi la vaniglia e girate bene.











Versate la farina, il bicarbonato, l’amido di mais ( se volete, io non l’ho usato) ed il sale in una ciotola. Unite gli ingredienti umidi con gli ingredienti secchi e mescolate benissimo con una spatola (massimo per 1 minuto); ricordate di non lavorare troppo l’impasto.







A questo punto aggiungete il cioccolato ( non tutto e poi vi spiegherò perchè) e riponete l’impasto nel frigorifero per almeno 3 ore ( meglio tutta la notte).





Dopo aver fatto sostare l’impasto in frigorifero, tiratelo fuori e formate con le mani delle porzioni a forma rettangolare. Mi raccomando non formate delle palline, è proprio questo il segreto! Creando una forma più alta che larga i cookies quando si cuoceranno non si appiattiranno, ma rimarranno belli doppi e gonfi.


Non dimenticate di lasciare abbastanza spazio tra un cookie e un altro; io infatti ne cuocio massimo 5 alla volta.

Cuocete a forno ventilato 175 gradi per 12/14 minuti.

Non fateli cuocere più del dovuto e ricordate che ogni forno è diverso.

Una volta tolti dal forno i cookies saranno bollenti e molto molli quindi vi consiglio di non toccarli per almeno 15 minuti.

Appena tolti io aggiungo in superficie i pezzi grandi di cioccolato che avevo precedentemente tagliato.




Ed ecco pronti i miei cookies americani al cioccolato!
NB: invece del cioccolato fondente potete anche farcirli con quello bianco, con gli oreo,M&M’s ecc…



A presto con la prossima ricetta!
Mariapaola